Digital marketing e shopping natalizio: 4 strategie da considerare per la tua campagna in programmatic

Il Natale è un periodo ricco di aspettative per il mercato italiano.  Secondo  la Deloitte Xmas Survey 2019 la spesa media degli Italiani per gli acquisti natalizi  quest’anno sarà di 549 euro a famiglia (+1,5% rispetto al 2018) E, naturalmente, anche  mercato del digitale è coinvolto con oltre 6 italiani su 10 (63%) che lo scelgono per individuare il regalo dei sogni, per sé e per i propri cari. Questo periodo è anche un’occasione per i brand di emergere tra i propri competitor e per fidelizzare i consumatori. Per questo motivo il programmatic è uno strumento fondamentale da integrare nel proprio media plan perché riesce ad avvicinare il brand ai propri utenti ma non solo.

Se da un lato è importante individuare e segmentare l’utente a cui rivolgersi, dall’altro è importante allo stesso modo conoscere la tecnologia e sapere quali sono le situazioni e i momenti migliori per utilizzarla. In questo contesto ci sono 4 strategie in programmatic da tenere presenti.

  1. Comunicare al proprio pubblico nel giusto momento

Nell’acquisto automatizzato di spazi pubblicitari, l’audience ha un ruolo chiave. Tuttavia, è necessario studiarle e conoscerle per scoprire in quali momenti e situazioni possono interagire al meglio con il messaggio pubblicitario ed elaborare di conseguenza una strategia che dia priorità a queste circostanze. Con un algoritmo di Moment Marketing Optimization è possibile individuare questi momenti e con una corretta bidding strategy è possibile favorire le variabili all’interno della routine giornaliera del target mostrando il messaggio più ingaggiante e interattivo possibile per quel segmento di pubblico. Se un brand vuole comunicare con il proprio consumatore con un video, ad esempio, ha senso dare la priorità a chi, all’interno del dell’audience di riferimento, è collegato ad una rete wi-fi, in pausa pranzo o addirittura concentrare gli investimenti per trasmettere questo video da mobile al di fuori dell’orario di lavoro, quando è di ritorno a casa.

Una parte di questa conoscenza dell’utente arriva anche dall’inserzionista: se si relaziona strettamente con i consumatori, è possibile che abbia una vasta conoscenza dei loro gusti e delle loro abitudini, il che permette di fare un’offerta più alta nei momenti più favorevoli.

  1. Essere multicanale

I consumatori iniziano un acquisto su Internet per finirlo nel negozio. Stando agli ultimi dati Google, il 61% dei consumatori preferisce acquistare in un negozio fisico, perché – a detta dell’80% – questo gli permetterà di avere l’articolo immediatamente. Prima di recarsi in negozio, però, il 78% effettua una ricerca su internet. Pertanto, è importante offrire un’esperienza che accompagni il consumatore durante tutta la sua customer journey, non solo quando naviga in rete ma anche offline.

Un alleato importante da integrare alla propria strategia digitale è il programmatic DOOH, per il forte impatto del formato ma anche per la possibilità di compiere attività di retargeting su utenti che sono stati esposti alla campagna intercettandoli direttamente sui loro smartphone, grazie alla geolocalizzazione, portandoli successivamente a visitare il proprio negozio.

  1. Assicurarsi la visibilità con i deal

Come abbiamo visto, il Natale è un’occasione unica durante l’anno per distinguersi. Ciò significa che la competizione è anche molto più alta, come anche le offerte, e diventa sfidante per i brand apparire negli spazi più rilevanti.

È quindi necessario collaborare con gli editori e per assicurarsi preventivamente delle impression garantite sui siti essenziali per la comunicazione. Questo accordo è chiamato preferred deal e garantisce all’inserzionista un certo numero di impression su un dato sito ad un prezzo fisso. In questo modo, l’esposizione è assicurata, il rischio ridotto al minimo e la distribuzione del denaro della campagna, razionalizzata. evitando spese superiori a quelle necessarie.

  1. Analizzare i risultati

Terminate le campagne è indispensabile analizzare i risultati ottenuti utilizzando gli strumenti di analytics e una reportistica unificata per capire quale strategia, device, formato hanno portato maggiori risultati. Questi dati sono preziosi per pianificare campagne future e per individuare con precisione il target di riferimento.

Il Natale è il momento dell’anno più emozionante e, quindi, è importante che i marchi siano ricordati dai consumatori. Le vendite di questo periodo sono uno specchio di quanto un marchio sia vicino ad un consumatore, sia per un legame affettivo che può utilizzare come motivazione per un acquisto, sia per i volumi di i acquisiti in tale periodo. Per questo investire in prodotti personalizzati, in una idea creativa rilevante e con una strategia di automazione ben strutturata è fondamentale per aver successo in questo momento.

Digital marketing, natale, programmatic

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

S'inscrire à nos communications

Subscribe to our newsletter

¡Abónate a nuestra newsletter!

Subscribe to our newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter

Inscreva-se para receber nossa newsletter

Subscribe to our newsletter

* Ces champs sont requis

* This field is required

* Das ist ein Pflichtfeld

* Este campo es obligatorio

* Questo campo è obbligatorio

* Este campo é obrigatório

* This field is required

Les données ci-dessus sont collectées par Tradelab afin de vous informer des actualités de l’entreprise. Pour plus d’informations sur vos droits, cliquez ici

These data are collected by Tradelab to keep you posted on company news. For more information click here

These data are collected by Tradelab to keep you posted on company news. For more information click here

Tradelab recoge estos datos para informarte de las actualidades de la empresa. Para más información, haz clic aquí

Questi dati vengono raccolti da Tradelab per tenerti aggiornato sulle novità dell'azienda. Clicca qui per maggiori informazioni

Estes dados são coletados pela Tradelab para atualizá-lo(a) sobre as nossas novidades. Clique aqui para mais informações


© 2019 Tradelab, Tous droits réservés

© 2019 Tradelab, All Rights Reserved

© 2019 Tradelab, Todos los derechos reservados

© 2019 Tradelab, todos os direitos reservados

© 2019 Tradelab, All Rights Reserved

© 2019 Tradelab, Tutti i diritti sono riservati